Concorso per opere di argomento ferrarese - IX edizione

 

mazziRisulta vincitrice l’opera Come rose d'inverno, edita da Comunicarte nel 2004, assegnando il primo Premio di 6000 Euro a Maria Serena Mazzi

Una storia del Quattrocento estense al femminile. Opera impegnata, ampiamente documentata, che non concede al romanzesco: le figure femminili sono inquadrate con chiarezza e le vicende che le riguardano sono raccontate nelle loro connessioni con eventi politici e familiari; ma senza dettagli inutili, avendo ben chiaro il quadro storico di riferimento. I l tutto con un uno stile chiaro, gradevole, accattivante.

Seconde classificate a pari merito, con un premio di 2000 Euro ciascuna, sono (in ordine di data di pubblicazione):

guerral’opera di Enrica Guerra Soggetti a ribalda fortuna. Gli uomini dello stato estense nelle guerre dell'Italia Quattrocentesca, edita da Franco Angeli nel 2005.

Di grande interesse per gli inconsueti argomenti trattati, originale il taglio critico, importante e scrupolosa la ricerca storico—archivistica con documenti inediti, piacevole la lettura. Avvincente la pluralità dei punti vista dinnanzi alla guerra, tra interessi di potere, strategie militari e condizioni popolari.

e l’opera di Micaela Torboli Il duca Borso d'Este e la politica delle immagini nell'Italia del Quattrocento, edita da Edizioni Cartografica nel 2007

L'autrice, attraverso le proprie approfondite conoscenze in materia iconologica, tratta con ricchezza di dettagli argomenti insoliti nel profilo biografico di un principe: attraverso immagini e simboli
vengono ricostruiti singolari aspetti della personalità di Borso.

Ottengono a pari merito il terzo premio di 1000 Euro ciascuna le opere (in ordine di data di pubblicazione):

Antonio Azzalli. Una vita per l'Apollo di Gian Pietro Zerbini, edita da Edizioni Cartografica nel 2003

E' interessante riscoprire cosa il cinema Apollo abbia rappresentato per la citta e il ruolo svolto da Antonio Azzalli nella sua lunghissima e illuminata attivita di esercente, sorretta da un autentico interesse culturale per il cinema e lo spettacolo. E' cronaca, ma quella cronaca che fornisce tasselli importanti per la storia del costume di un'epoca.

ceroliL'Opera Pia Bonaccioli di Ferrara (1855-1876), di Tito Manlio Cerioli, edita da Este Edition nel 2008

Primi risultati di un paziente lavoro di spoglio archivistico che delineano uno spaccato sociale di grande interesse, analizzando con cura la gestione dell'assistenza pubblica attraverso i numerosi sconvolgimenti storici tra Ottocento e Novecento.

Segnalate, a pari merito, ottengono un premio di 500 Euro ciascuna le seguenti opere (in ordine di data di pubblicazione):

PagnoniIl Vangelo tra la gente. Missionari ferraresi nel mondo, di Carlo Pagnoni, edita da Gabriele Corbo nel 2003

Lodevole testimonianza che parte da una carrellata sulle missioni nel mondo, dalle origini ad oggi, per spostare l'attenzione su Ferrara e sulla sua passata vocazione missionaria, giungendo ai nostri giorni.

scardinoBottega Medini — La decorazione murale nel Ferrarese di Lucio Scardino, edita da Liberty House nel 2005

Nel corso di una esposizione gradevole, arricchita da un ampio corredo iconografico, il testo rievoca ordinatamente e con ricchezza di dettagli gli eventi,i protagonisti, le opere che hanno cartterizzato l'attività artistica ferrarese in un periodo ingiustamente ritenuto minore, quello del Liberty di provincia.

 

volpiI Riminaldi di Ferrara tra Arte e Storia. Vicende di una famiglia e del suo palazzo di città, di Pamela Volpi, edita da Alinea Editrice nel 2005

Opera di ampio respiro, impostata su una solida struttura, in cui la materia viene trattata in modo esauriente, con ordine e chiarezza. Puntuale l'esposizione, ricco il corredo iconografico, accurato l'apparato documentari, buona la fruibilità.

Viene considerato degno di una menzione particolare

micalizziAl di là e al di qua delle nuvole, di Paolo Micalizzi, edita da Aska nel 2004

Questo volume della collana “Viaggio in Italia" accompagna il lettore in un vero e proprio viaggio nel tempo attraverso il cinema ferrarese che ha portato la città ed il suo territorio alla ribalta internazionale, allargando il panorama sul repertorio cinematografico legato a Ferrara con ottima competenza critica.

Risultano meritevoli di menzione le opere (in ordine di data di pubblicazione):
Porotto nella storia, di Adriano Franceschini, Enrico Bovi, Marcella Marighelli, Marica Peron, Lucio Scardino, presentata al Premio Niccolini da Enrico Bovi. Edizione Liberty House del 2006

Questo poderoso volume di pregio raccoglie una serie di scritti che rivendicano l'identità storica della comunità di Porotto attraverso la ricostruzione storica di un territorio da sempre martoriato dalle esondazioni del Po e del Reno. Un opera corale di grande portata diretta ed ideata dal compianto Adriano Franceschini cui spetta il saggio di maggior valore storico.

borgatti25 Anni di Presidenza della Società Dante Alighieri di Ferrara (1983-2008), Edizioni Stocchetti, 2008 di Luisa Carrà Borgatti

Questo volume che riunisce gli editoriali pubblicati sul notiziario quadrimestrale" La Dante a Ferrara" documenta 25 anni di vita della Società e la solerte attività dell'autrice nel suo ruolo di Presidente.

bighinatiFerrara San Cristoforo: identità di un restauro (2003-2007), Video produzione in DVD del 2008 a cura di Dalia Bighinati

L'importanza di questo documento sta nell'utilizzo di uno strumento nuovo per testimoniare un avvenimento di rilevanza eccezionale per la nostra città e per la storia dell'architettura religiosa del Rinascimento, la restituzione della chiesa di San Cristoforo al culto e alla fruizione estetica attra verso un lungo e mirato restauro. Ben equilibrato il commento tra storia e cronaca, perfetto per la destinazione di tipo didattico che questo DVD rappresenta.

Download allegati:

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le informazioni sul Premio Niccolini

Altri utilizzi